Il potere curativo (o distruttivo) delle nostre scelte alimentari

Il potere curativo (o distruttivo) delle nostre scelte alimentari
by Matt Traverso

 

“Lascia che il cibo sia la tua medicina e la medicina il tuo cibo”. Già nel 400 a.C. Ippocrate – padre fondatore della medicina moderna – ci indicava saggiamente una via per arrivare al benessere attraverso il cibo; indicando la stretta, strettissima connessione esistente tra cibo e salute. Considerava infatti il cibo come la fondamentale medicina dell’uomo. E credeva che il corpo umano fosse dotato di un sistema di auto-guarigione e che il cibo possedesse un grande potere curativo.

Il cibo rappresenta un legame tra noi e la natura, attraverso il cibo diamo nutrimento ed energia alle cellule del nostro corpo, le quali costruiscono, riparano, distruggono, eliminano. Se ci nutriamo con alimenti non adatti, né in qualità né in quantità, si tende a provocare danni o accumuli di scorie nell’organismo, che a lungo termine il corpo non riesce a fronteggiare.

Tuttavia oggi il nostro approccio verso le malattie è molto cambiato. Oggi i medici ricevono poco insegnamento in materie di alimentazione. Meno del 6% dei medici negli Stati Uniti riceve un adeguato insegnamento in nutrizione (American Journal of Clinical Nutrition, 1998;68). La medicina moderna è incentrata sull’uso di farmaci: più si va avanti e più si assumono farmaci. E questa è esattamente la situazione che l’industria “della malattia” fa di tutto per mantenere. E non c’è neppure da meravigliarsi. Anzi, è perfettamente logico. Vedi, essere in salute è un approccio più che ragionevole e sensato, purtroppo però non aiuta le industrie ad aumentare i profitti. Dovremmo piuttosto aiutare le industrie chimiche incentivandole a cambiare approccio e ad investire di più nello sviluppo di prodotti biologicamente compatibili con l’organismo umano.

Sfortunatamente l’alimentazione di oggi, prevalentemente di tipo industriale, ha infatti carenze di enzimi e vitamine; la moda americana degli hamburger con patatine ha impoverito la dieta dei paesi più industrializzati. Il Dr. George M. Briggs, professore di nutrizione all’università di California, candidamente afferma: “La tipica dieta americana è un tale disastro nazionale che se la dessimo alle mucche e ai maiali, annienteremmo completamente l’industria degli animali d’allevamento.”

La società odierna si caratterizza per un tipo di alimentazione che ha invaso in poco meno di 60 anni le nostre tavole. Alimenti sottoposti a processi industriali, tecnologici e di raffinazione riempiono le nostre dispense e sembrano esser diventati indispensabili per la nostra alimentazione. Zucchero e prodotti zuccherati, bevande industriali e colorate, alimenti geneticamente modificati, tutto questo arriva in casa nostra portato direttamente dai mass media che con pubblicità martellanti ci fanno credere che senza di essi non potremo mai vivere. Per non parlare delle colture intensive, l’uso massiccio di fertilizzanti chimici e la presenza di sostanze inquinanti che hanno impoverito i terreni di sostanze nutrizionali nei prodotti della terra, in quanto queste vengono utilizzate per “difendersi” dalle sostanze tossiche.

In realtà bisognerebbe tornare indietro e riscoprire la genuinità di una alimentazione più sana – ossia biologicamente compatibile con l’organismo umano. L’energia che l’uomo ricava dai cibi di origine vegetale è di gran lunga superiore rispetto a quella proveniente dalla carne.

La nostra alimentazione è rappresentata da tutto ciò che normalmente mangiamo e, come tutte le persone al mondo inconsciamente già sanno, noi siamo ciò che mangiamo! Tuttavia nutrire il nostro corpo significa dargli tutto ciò di cui necessita. Spesso siamo sovralimentati ma iponutriti! La causa principale della maggior parte delle malattie al giorno d’oggi è la mancanza di sostanze nutritive e la presenza di sostanze tossiche nel cibo che mangiamo.

Vedi, non esiste una cura neppure per il più comune raffreddore. Il sistema immunitario è letteralmente la nostra unica difesa contro le malattie, ma è impotente se non ha un’arma con cui combattere, e l’arma di cui ha bisogno è una corretta alimentazione.

Il nostro sistema immunitario è più forte di qualsiasi medicina; è questo formidabile sistema che previene e cura le malattie. Non c’è quindi da stupirsi del fatto che la maggior parte delle malattie degenerative siano causate da un cattivo funzionamento del sistema immunitario. Questo accade quando ci si alimenta in modo sbagliato e fondamentalmente non ci si prende cura di se stessi. Le malattie e i disturbi non sono altro che il risultato di molti anni di cattiva alimentazione.

Si stima che il 90% della nostra società sia in qualche modo malnutrito ma non per mancanza di cibo bensì per la carenza di sostanze nutritive nel cibo che mangiano. In altre parole, siamo nutrizionalmente denutriti.

Questo lo si può notare in tutto il mondo con il dilagare dell’epidemia di malattie. L’aumento della percentuale delle malattie degenerative è direttamente proporzionale all’impoverimento della qualità dei cibi! Quasi tutti i tipi di malattie e di problemi cardiaci sono il risultato diretto di una cattiva alimentazione e di un corpo non equilibrato! L’errata alimentazione è ora al primo posto tra le cause delle malattie degenerative.

Alla fine il sistema immunitario non può più lottare, ed è allora che la malattia degenerativa inizia a svilupparsi. Malattie degenerative come il diabete, il cancro, le malattie cardiache, il colesterolo e molte altre hanno iniziato a diffondersi a livello esponenziale solo negli ultimi anni! La chiave per avere un forte sistema immunitario è avere abitudini di vita biologicamente corrette.

Più naturale è il cibo che mangiamo, più forte sarà il sistema immunitario e la salute delle nostre cellule. Per funzionare al meglio, le tue cellule hanno bisogno dell’energia, delle vitamine, dei minerali, delle proteine, dei grassi e degli antiossidanti che solo gli alimenti ricchi di sostanze nutritive contengono. Ecco perché dobbiamo essere consapevoli di quello che mangiamo.

Se mangiamo del cibo non sano generiamo cellule tossiche e malate, che a loro volta ci intossicano e ci fanno ammalare. Con le giuste sostanze nutritive le nostre cellule riescono a guarire il corpo più velocemente, a ritardare il processo di invecchiamento, a crescere e mantenersi sane, per non parlare dell’abbondanza di energia che abbiamo che abbiamo a disposizione durante tutta la giornata!

Ti invito calorosamente ad educarti il più possibile in merito alla nutrizione: il fattore che più determina la qualità e la quantità della tua vita e di quella dei tuoi cari. Inizia oggi stesso. Inizia adesso!